• Federica Bertoni - Liceo L. A. Seneca

Chi è Joker?

Joker è un personaggio immaginario creato da Bob Kane, Bill Finger e Jerry Robinson nel 1940 nella serie a fumetti ‘Batman’.

E’ noto come ‘Il Jolly’ in Italia ed è uno dei più famosi criminali nella storia dei fumetti.

E’ stato definito un personaggio psicopatico, eccentrico, sadico, perfido, astuto, loquace ed imprevedibile.

La sua follia lo ha portato a contare un numero molto elevato di omicidi commessi a Gotham City.

Il Joker è stato per molto tempo un personaggio senza passato. Nessun autore aveva mai raccontato nulla delle sue origini.

Era un ex assistente chimico diventato cabarettista e si trovava in serie difficoltà economiche. Per mantenere la moglie incinta si associò con due malviventi. I due progettarono di rapinare una fabbrica di carte da gioco adiacente ad un impianto chimico, dove Joker aveva lavorato ma, poco prima del colpo, la polizia informò l'uomo che sua moglie era morta per l'esplosione di uno scalda-biberon elettrico. I due complici lo obbligarono a prendere parte comunque alla rapina. Il piano venne rovinato dall'intervento della sorveglianza, che sparò ai due malviventi, e da Batman che causò la caduta di Joker in una vasca di sostanze chimiche. Il personaggio riuscì a fuggire, ma i liquidi deformarono il suo viso: i capelli verdi, la pelle bianca e la bocca distorta. La vista del suo nuovo aspetto causò il cedimento della sua psiche, trasformandolo nel folle criminale chiamato ‘Joker’.


In ‘Amore Folle’ Joker racconta ad Harley che veniva spesso picchiato dal padre ubriaco e violento, che vide solamente una volta felice, il giorno in cui videro al circo un clown. Il giorno dopo, quando Joker si mise ad imitare il clown, il padre lo picchiò.

Joker era un sicario al servizio del clan di Salvatore Valestra, il suo miglior uomo, prima di mettersi in proprio e tentando un colpo all'ACE Chemicals, dove ha avuto il suo famoso incidente durante il suo primo incontro con Batman.


In ‘Il cavaliere scuro’ vengono raccontate due versioni di come Joker ha ottenuto le cicatrici che formano il suo sorriso. La prima racconta di un padre violento che torna una sera ubriaco, uccide la moglie e, vedendo suo figlio spaventato, prende un coltello, glielo ficca in bocca e gli taglia il volto. Questa versione sembra essere la più vicina alla realtà, perché più tardi affermerà ad una sua vittima che gli ricorda suo padre e di averlo odiato. La seconda versione racconta di come, non avendo i soldi per un intervento di plastica facciale, dopo che alla moglie fu sfregiata la faccia da alcuni strozzini, Joker tentò di farla sorridere sfregiandosi la bocca con un rasoio, inducendo la moglie, terrorizzata, a lasciarlo.


Nel film ‘Harley Quinn’ durante la loro prima seduta psichiatrica, Joker racconta ad Harley di come la sua famiglia non lo degnasse di attenzioni o di amore. Un giorno Joker scoprì il padre impegnato in un rapporto sessuale con la domestica. Sgridato dal padre, si rifugiò in camera abbracciando il suo furetto (l'unico vero amico che avesse), il quale fu ucciso nella notte dal padre, in preda alla follia. In seguito l'uomo pestò a sangue il figlio, ridendo follemente.


Nel film Joker viene raccontata la vita (e le disavventure) di Arthur Fleck, un clown per feste ed aspirante cabarettista affetto da disturbi psichici che gli causano risate incontrollabili nei momenti di stress e di forte tensione. Vive con la madre mentalmente disturbata. Dopo aver perso il lavoro per aver lasciato accidentalmente cadere una pistola dalla sua borsa in un ospedale per bambini, Arthur uccide tre impiegati della Wayne Enterprises su un treno dopo essere stato da loro aggredito e picchiato, dando inizio a proteste e manifestazioni contro la classe dirigente. Uccide sua madre e il collega che gli aveva dato la pistola (credeva inizialmente come gesto di amicizia, ma in realtà con l’intenzione di fargli perdere il lavoro). Dopo essere stato chiamato a comparire nello show di Franklin, Arthur comincia un dialogo sull'abbandono della società nei confronti delle persone come lui e uccide Franklin in diretta televisiva. Arrestato, viene subito salvato dai manifestanti (mascheratisi da clown in suo onore).