top of page
  • Mariella Belloni - comunicati-stampa.net

Green Media Lab presenta The Sostainables!

Evento per celebrare giovani talenti in ambito sostenibilità.

Green Media Lab, media relation e digital company certificata B Corp dal 2018 e tra le pochissime realtà in Italia riconosciute da B Lab all’interno del programma B Corp Way, presenta The Sostainables, una serata dedicata a nuovi talenti e inaugurata martedì 4 luglio 2023 in via Tertulliano 68, Milano.


Grazie a una consolidata esperienza maturata nel corso del primo decennio di attività, Green Media Lab vanta oggi un approccio innovativo, ecosistemico e strategico rivolto all’individuazione e al supporto di iniziative e progetti che contribuiscono a creare un futuro sempre più consapevole. Da questa importante premessa l’organizzazione di The Sostainables rappresenta un’opportunità unica per tutti coloro che ogni giorno si fanno portavoce di progetti il cui focus è la tutela del nostro pianeta. La giuria d'eccezione è stata presidiata da Giovanni Storti, del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, il quale crede fortemente nella mission e nella vision di Green Media Lab, tanto da esserne diventato socio e Presidente nel 2020. Il compito insieme agli altri giurati è stato quello di raccontare e valorizzare tutti i progetti presentati, sottolineando come si possa affrontare la sostenibilità con semplicità e divertimento. Non a caso, la scrittura del logo The Sostainables presenta una “O” che prende le sembianze di un volto sorridente, proprio a lasciar intendere la leggerezza che si vuol far trasparire tramite l'evento. Moderatrice degli interventi Anna Favella, talentuosa attrice e sustainable advocate. Una celebrazione di iniziative all’avanguardia che si è tenuta al cospetto della Fabbrica dell’Aria, una innovativa serra da interni progettata dallo scienziato botanico di fama internazionale Stefano Mancuso, che eleva le piante tropicali, custodite al suo interno, da semplici elementi decorativi a base tecnologica di un dispositivo di depurazione dell’aria negli spazi indoor. “Abbiamo deciso di realizzare questo evento per dare l’occasione a giovani imprenditori e creativi di raccontare la propria esperienza e per dare visibilità alle rispettive iniziative - dichiara Daniele Denegri, CEO di Green Media Lab - La nostra intenzione è quella di creare un network sempre più ampio, offrendo agli ospiti il nostro spazio e l’occasione di entrare in contatto e interagire con una rete di esperti in grado di creare opportunità per il futuro.” Tra i nove giovani partecipanti, la giuria è rimasta particolarmente colpita dal progetto Il Vestito Verde di Francesca Boni, primo database di brand ecosostenibili ed etici per uomo, donna e bambino, valutato sulla base di tre criteri di selezione: Impatto generato, Originalità e Divulgabilità. Un’edizione “zero” di successo grazie alla quale i protagonisti hanno avuto modo di raccontarsi sul palco, generando un impatto positivo per tutto il pubblico presente. Una governance basata su attenzione all’ambiente, inclusività sociale e rispetto per le persone rappresenta ormai per le aziende una necessità imprescindibile e al tempo stesso una sfida complessa che richiede competenze specifiche. La transizione verso un business responsabile, infatti, impegna le organizzazioni nel non facile compito di incorporare nella propria strategia good practices in termini di sostenibilità, rispetto dei valori aziendali e trasparenza, e di saper comunicare adeguatamente questo processo virtuoso. Green Media Lab accompagna infatti ufficialmente le aziende nel loro percorso B Corp e le aiuta a sviluppare strategie ESG integrate con gli obiettivi dell’agenda ONU 2030. Competenze a cui aggiunge quella di leader nel campo della comunicazione, come testimoniato da diversi riconoscimenti tra cui il premio Assorel “Eccellenza in P.R.” aggiudicato per la categoria “Comunicazione Economia Circolare”, grazie ad una campagna realizzata nel 2018 per il brand Patagonia. Presso il suo headquarter milanese, infatti, quattro business unit lavorano in sinergia per offrire ai clienti una consulenza strategica e un’immagine strutturata e coerente con la loro mission: PR & Digital PR, Social Media, Art Direction e - fiore all’occhiello - ESG Advisory, che offre servizi di assessment e sviluppo strategico ESG, redazione dei bilanci di sostenibilità e formazione a tutti i livelli aziendali sullo stesso tema. Una competenza, quella di Green Media Lab, riconosciuta a livello internazionale, che l’ha resa un player autorevole, capace di attirare clienti leader nei settori sport outdoor, fashion, food e lifestyle insieme a collaborazioni più istituzionali come quelle con le principali università italiane o con UN Global Compact, progetto delle Nazioni Unite che promuove un’economia globale sostenibile e che da due anni la sceglie per organizzare gli incontri dei suoi accelerators. Chiamata a portare la propria esperienza sia durante la conferenza UNESCO a Parigi su Democrazia, Sostenibilità e Corporations che durante la Green Week sul tema Food and Water Security, la media company milanese lavora a diversi progetti di formazione sulle tematiche di sostenibilità, oltre ad affiancare le aziende nella realizzazione di eventi carbon neutral, in collaborazione con ClimatePartner e Carbonsink. Gli stessi spazi degli uffici italiani di Green Media Lab - che ha sedi anche a Madrid e Los Angeles - sono un concentrato dei valori che guidano l’azienda, a partire dagli ambienti di lavoro che sono stati realizzati impiegando materiali naturali, di riciclo o recupero. Ampie vetrate (oltre il 70% delle pareti totali) permettono di beneficiare di abbondante luce naturale a tutte le ore del giorno, con conseguenti vantaggi dal punto di vista del consumo energetico e dell’impatto positivo sulle persone. A disposizione, anche un catalogo di quasi cinquemila volumi, cui si accede per il prestito gratuito consultando un elenco digitale. Grande attenzione, infine, viene posta all’inclusività e alla promozione di stili di vita sani e virtuosi. Che si riflette nella presenza di una stazione di ricarica per e-bike firmata Bosch, nella possibilità per i collaboratori di portare in ufficio il loro animale domestico, di partecipare gratuitamente a lezioni settimanali di yoga e di frequentare una palestra convenzionata, oltre ad agevolazioni e incentivi per chi desidera frequentare master di specializzazione. Fondamentale il contributo al volontariato, che incentiva i dipendenti a dedicare parte del loro orario lavorativo a favore di due destinatari: Oklahoma, comunità impegnata da quarant’anni nell’accoglienza e nel reinserimento di ragazzi in difficoltà e Recup, associazione che si occupa nella lotta contro lo spreco alimentare. Per ulteriori informazioni visitare il sito:


Comments


bottom of page