• Julia Scarmann

QUELLO CHE TU NON VEDI


Romanzo di Julia Walton


Informazioni generali

Quello che tu non vedi è un libro di genere young adult scritto da Julia Walton, e uscito a marzo 2021 con la casa editrice Sperling & Kupfer. Grazie al successo del romanzo, è anche stato realizzato un film diretto da Thor Freudenthal, con Charlie Plummer e Taylor Russell.

È disponibile su Amazon Prime. Per chi avesse Prime, c’è la possibilità di vederlo senza costi aggiuntivi. Tuttavia, il film presenta elementi totalmente differenti dal libro cartaceo, ma rimane fedele sulla trama generale della storia.


Trama

Il romanzo s’incontra sulla storia di Adam, un ragazzo affetto da schizofrenia. Le allucinazioni provocate dalla malattia si presentano sotto forma di diversi personaggi di diverse sfaccettature e caratteri. Non si potranno non amare!

Tuttavia, Adam ha una forte passione per la cucina, e mettersi ai fornelli gli permette di ritornare alla realtà. Si dimentica così la sensazione di sentirsi diverso agli occhi degli altri, che lo possono guardare con pietà o spavento.

Inoltre, le allucinazioni lo portano ad avere comportamenti strani, come parlare da solo, oppure fissare punti precisi della stanza, dove pensa ci siano persone che realmente sono nella sua testa.


A peggiorare la situazione, c’è il fatto che non esiste una vera e propria cura alla schizofrenia... Quindi, Adam, insieme alla madre e al patrigno Paul, è obbligato a sottoporsi a continui trattamenti, che perdono spesso efficacia dopo un certo periodo di tempo, siccome il suo corpo s’abitua. Ormai lui sembra aver perso le speranze, ma sua mamma non si dà per vinta e trova una nuova cura. Il ToZaPrez, un farmaco sperimentale inventato dalla stessa autrice, sarà quello che davvero comincerà a placare la schizofrenia di Adam. Però, non sarà da solo, siccome verrà seguito da un terapista che lo obbligherà a tenere un diario personale. Il ragazzo non è entusiasta all’idea, ma decide comunque di provarci, sebbene sin dalle prime pagine della storia, appare piuttosto contrariato.


Nonostante ciò, Adam inizierà anche a frequentare una scuola cattolica, dove incontrerà una ragazza speciale, Maya. Tra loro nascerà un’amicizia, che ben presto si rivelerà essere qualcosa di più. Ma, riuscirà Adam a tenere nascosto il suo segreto agli occhi di Maya?


Recensione

Il libro l’ho comprato quasi sei mesi dopo l’effettiva data d’uscita. Ero entrata in libreria senza uno scopo preciso, avevo solo voglia di sfogliare qualche volume e sentire il profumo delle pagine. Chi non lo ama?


Ma, mentre vagavo tra gli scaffali, e con gli occhi incollati alle copertine che mi passavano sotto il naso, ho intravisto questo libro nella sezione fantasy. Non so come ci fosse finito lì, però lo presi curiosa. Ammetto che non sono una lettrice accanita di young adult, ma il sottotitolo “se non puoi fidarti della tua mente, fidati del tuo cuore”, mi ha stuzzicato.

Amo molto le frasi d’effetto, quella m'aveva colpito.


Solo dopo aver letto la breve trama all’interno della copertina rigida, mi sono sorpresa nello scoprire che il protagonista della storia fosse un ragazzo affetto da schizofrenia.

Ho comprato il romanzo portandomelo a casa insieme ad altri acquisti. Ho lasciato passare qualche settimana prima di leggerlo, siccome avevo da completare altre letture.

Solo verso inizio dicembre lo presi in mano. La lettura si rivelò piuttosto leggera, piacevole e scorrevole.I capitoli non sono molto lunghi, ma permettono d’apprezzare Adam e le vicende che vive. All’inizio il suo modo d’essere troppo negativo, me l’aveva fatto odiare. Ciò non ha comunque interferito con la lettura, anzi mi ha spinto a proseguire, perché ero curiosa di sapere cosa lo portasse ad essere così afflitto. Solo alla fine del romanzo, posso dire d’aver cambiato idea su di lui e ora l’apprezzo.


In conclusione, posso dire che l’autrice ha saputo scrivere una storia che non rivelasse tutto subito dei personaggi o dello stesso protagonista, anzi lasciava un piccolo indizio in ogni capitolo. Non ha imboccato, per così dire, il lettore dandogli una serie d’informazioni sin dalla prima pagina, bensì sta a lui o lei costruire il puzzle che compone la figura di Adam. Ovviamente nella storia sono presenti anche altri personaggi: Maya, la sua amica, sua madre, Paul, Dwight e tanti altri… Questi, per quanto possano essere personaggi secondari o semplici comparse, sono ben caratterizzati. Nulla viene lasciato al caso, neanche lo stesso terapista a cui si rivolge Adam.


Inoltre, un altro punto forte del romanzo è che viene raccontato in prima persona, non in terza, come spesso succede. Questa caratteristica permette ancora di più d’amare la storia.


Secondo me, è un libro adatto a quei lettori o lettrici che si dilettano nella lettura alla fine di una giornata pesante, o per staccare un attimo la spina nella frenesia quotidiana. Diciamo quindi che è più un libro spensierato e leggero, sebbene la storia tratta una tematica seria.


L’ho apprezzato, anche se preferisco storie molto più dettagliate e strutturate, che durano anche cinquecento pagine. Quindi, è normale se in quattro giorni mi sia divorata l’intero romanzo. Non presenta lati negativi, l’unica cosa che posso contestare è il fatto che certe parti sono presentate solo in superficie, altre sono invece molto approfondite.

Nel complesso, rimane una storia piacevole che potrebbe lasciare anche qualche insegnamento. Si può considerare uno young adult fuori dall’ordinario. Se siete appassionati del genere, ma volete leggere qualcosa di diverso, ve lo consiglio.


Julia Scarmann