• Alice Ramboni - Liceo C. Beccaria

Economix: l’economia spiegata in fumetto

Cos’è il mercato libero? Cos’è l’inflazione? Ed i tassi d’interesse? Probabilmente se avete un’età compresa fra i 14 ed i 18 anni non vi sarete mai posti queste domande, o forse sì, questo non mi è dato saperlo con certezza ma una cosa la so bene e soprattutto la sa questo fumetto: l’economia è tutto.

È un’affermazione forte ma vera, tutto, ma proprio tutto, gira intorno all’economia: le guerre, le crisi, i boom economici, i nostri gusti, le nostre scelte e le nostre vite. L’economia si è evoluta con noi, nel bene e nel male, dal primitivo baratto alle prime grandi cooperazioni della seconda metà del XIX secolo fino alle moderne teorie economiche passando per le crisi ed i boom del secolo scorso. Michael Goodwin (che ha scritto il libro in una piccola cittadina indiana) in questo fumetto ci parla di tutto questo e di molto di più. L’idea di questo progetto, illustrato da Dan E. Burr e pubblicato in Italia da Gribaudo, nasce proprio dalla voglia di raggruppare e spiegare in modo semplice e adatto a tutti coloro che hanno un minimo di conoscenza storico-culturale del mondo, ciò che è l’economia e come essa influisca in modo più o meno diretto sulle nostre vite e sulle nostre scelte. Non serve voler diventare un grande economista, politico o volersi iscrivere alla facoltà d’economia e finanza della Bocconi, basta anche anche solo essere adolescenti del XXI secolo nella “norma”, che magari vogliono diventare tutt’altro che manager o broker (o magari non sono neanche molto bravi in matematica). Perciò non aspettatevi un saggio economico da 800 pagine che si dilunga in sproloqui inutili narrando vita morte e miracoli di qualsiasi economista nato e morto su questa palla di terra e acqua che è la Terra, ma più qualcosa di istruttivo e al contempo leggero, non esattamente una lettura da fare in spiaggia tra bambini urlanti e fischi di bagnini ma neanche una d’affrontare per scrivere una tesi sull’economia mondiale dalle origini del mondo alla presidenza d’Obama.

Le illustrazioni, molto ben fatte e divertenti, ci mostrano con ironia e a tratti con qualche caricatura le scelte ed i personaggi che hanno fatto il nostro presente: Adam Smith, David Ricardo, Karl Marx, ecc.

Se proprio proprio vogliamo muovere una critica allo scritto si potrebbe dire che esso è concentrato, soprattutto nella parte centrale, sull’economia e la storia americana, ma è un neo neanche troppo grande contando che in fin dei conti tutt’ora molti aspetti dell’economia mondiale sono gestiti dagli Stati Uniti (ma lo scoprirete voi stessi se deciderete di immergervi in questo mondo fatto da teorie economiche e caricature di Stalin e di Reagan).

Beh, insomma, direi che ci sono ben pochi, se non inesistenti, motivi per cui non leggere questo appassionante fumetto che vi aprirà le porte dell’immenso universo dell’economia.


Di Alice Ramboni, Liceo C. Beccaria, 2°C